I filtri industriali sanitari per filtrazione di aria e gas

By

I filtri industriali sanitari sono decisamente la nuova frontiera della microfiltrazione avanzata per le applicazioni a gas e ad aria compressa in tutti i settori produttivi. Si tratta di filtri industriali che sono in grado di offrire le stesse performance dei filtri già disponibili sul mercato, come quelli a carbone attivo o a condensazione, ma che sono in questo caso progettati con strutture in acciaio inossidabile e equipaggiati di connessioni di entrata e uscita a norme sanitarie. Questi filtri industriali sono in grado di offrire una soluzione di filtrazione completa a utenti che richiedono risultati eccellenti, sia che vengano combinati con altri modelli simili, sia che siano usati insieme a filtri industriali sterili per una procedura multifase che garantisca il massimo livello di purificazione del gas o dell’aria compressa in questione.

La qualità dell’aria trattata in questi filtri industriali è tale infatti da essere ideale per tutte le più stringenti applicazioni: si tratta di dispositivi ideati per essere impiegati ad esempio nelle industrie casearie, in quelle del settore alimentare e delle bevande, nelle industrie mediche e farmaceutiche, in quelle elettroniche e specializzate in semiconduttori, in quelle chimiche, e in quelle che si occupano di packaging asettici. Oltre a ciò, questi filtri industriali sono perfetti per tutte le situazioni dove si impiegano controlli pneumatici, o dove sono richieste misurazioni di grande precisione.

Ecco alcuni dei vantaggi di questi filtri industriali:

– completa eliminazione del problema dell’ossidazione tipicamente rilevato nei filtri industriali con strutture in alluminio, dato che questi sono realizzati completamente in acciaio inox;
– estrema facilità di pulizia, che prolunga significativamente la vita media operativa dei filtri industriali;
– riduzione dei costi di manutenzione, grazie all’estrema semplificazione delle procedure di sostituzione dei filtri;
– efficienza elevatissima, superiore a quella di qualsiasi altro tipo di filtri industriali, fino al 99.99998% del particolato con dimensioni fino a 0.01 micron.

Nel considerare le molteplici opzioni disponibili per i filtri industriali sanitari, è fondamentale tenere conto delle effettive esigenze dell’impianto nel quale verranno effettivamente installati; grande importanza va assegnata alla possibilità di uno specifico dispositivo di adattarsi all’integrazione e alla co-installazione con dispositivi non-standard e personalizzati per le specifiche necessità del progetto. Fortunatamente, sebbene siano comparsi sul mercato da un tempo relativamente breve, i filtri industriali sanitari sono già disponibili con una serie di accessori e varianti considerevoli, sia a livello di dimensioni di ingressi ed uscite, sia di specifiche prestazioni, sia di pressioni operative a cui possono essere sottoposti – con modelli di filtri industriali sanitari progettati e costruiti per gestire pressioni fino a 6000 psi.

Lavorare da casa: qualche idea imprenditoriale!

By

I lavori d’ufficio a cui eravamo abituati, che vedevamo fare ai nostri genitori, lavori dalle nove alle cinque seduti in ufficio, stanno svanendo rapidamente. La tecnologia sta delocalizzando sempre più le opportunità di lavoro, e presto essere dei piccoli imprenditori e lavorare in proprio, da casa, sarà diventata la norma, e non una stranezza come molti ancor oggi la percepiscono. I vantaggi sono evidenti e innumerevoli: orari più flessibili, comodità nell’organizzare pause e pasti, nessuna seccatura con il traffico o problema di parcheggio, possibilità di incastrare qualche commissione fra gli impegni della giornata… la lista è lunga. Ma quel che serve sono idee, attività da poter monetizzare stando comodamente a casa. Eccone alcune che potrebbero esservi preziose!

1. Personal trainer

Il gusto per la salute, per lo stare in forma, e per l’avere un aspetto tonico e giovane è uno dei segni del nostro tempo. E per molti, che non hanno la disciplina o le competenze per occuparsene da soli, l’aiuto di un esperto è un elemento assolutamente necessario per raggiungere i propri obiettivi, sia estetici che di salute. Se siete degli esperti di fitness, e se vi piace l’idea di aiutare anche altre persone a vivere con uno stile di vita più sano e salutare, potreste mettere a loro disposizione le vostre conoscenze sulla dieta, sulla ginnastica, sul corpo umano. Attrezzare una piccola palestra in casa vostra non dovrebbe essere particolarmente difficile, e se non volete, potete sempre attrezzarvi per andare voi dai vostri clienti e lavorare a domicilio! Assicuratevi naturalmente di ottenere tutte le certificazioni necessarie ad operare in sicurezza.

2. Tutor

Non è un lavoro adatto soltanto agli studenti appena diplomati, o agli universitari in cerca di lavoro: può benissimo diventare la vostra attività principale! Essere un Tutor è in un certo modo simile all’essere un insegnante privato e personale, e vi permette di confrontarvi con persone davvero di ogni fascia d’età: ci sono anche pensionati che vorrebbero imparare qualcosa di nuovo! Naturalmente dovrete focalizzare la vostra attività sugli argomenti sui quali disponete di una profonda competenza, e investire un po’ nelle vostre capacità interpersonali: insegnare non è solo una questione di conoscenza, ma di comunicazione. Ma vi conquisterete la soddisfazione di lavorare su un argomento che amate, e trasmetterlo agli altri!

3. Writer

Il web è fatto di contenuti, e quei contenuti devono essere realizzati da qualcuno che sappia metter mano alla penna – o meglio, oggi, alla tastiera! Anche senza cercare di lavorare in settori ad alta competenza specialistica, come la pubblicità o la comunicazione aziendale, non vi sarà difficile trovare committenze a cui servano articoli per un blog, per una newsletter, per delle brochure per piccoli eventi – o magari che necessiti di qualcuno per ricontrollare un manoscritto prima della pubblicazione. Non vi serviranno altre attrezzature che un computer connesso ad internet, e potrete veramente lavorare non solo da casa, ma da qualsiasi posto del mondo. Una libertà straordinaria!

Che cos’è il rivestimento metalli?

By

I metalli possono facilmente deteriorarsi se mancano di un’apposita protezione: a minacciarli ci sono ruggine, corrosione, abrasione, agenti chimici, fattori ambientali e semplice usura. Il rivestimento metalli ha proprio la funzione di impedire questo degradarsi del materiale, rendendo la superficie metallica impervia sia agli attacchi chimici che a quelli di natura meccanica. Oltre a questa funzione, molti rivestimenti metallici possono anche conferire proprietà particolari al metallo, come ad esempio un basso coefficiente di attrito.

Fra le caratteristiche fondamentali di un buon rivestimento metalli, naturalmente, deve esserci la resistenza ai graffi e alle scheggiature: le strutture così protette sono normalmente impiegate in ambito industriale, dove non è sempre possibile garantire l’assenza di impatti traumatici sulle superfici, ma non è accettabile che un minimo contatto vada ad intaccare una protezione che, se viene a mancare, può compromettere solidità e funzionalità di un intero impianto. Questo vale, in realtà, anche per settori d’applicazione non industriali: pensiamo, primo fra tutti, al settore della carrozzeria.

In generale, l’efficacia del rivestimento metalli deriva dal fatto che applicandolo si vanno a combinare le proprietà di base del metallo di substrato con quelle del materiale che va a ricoprirne la superficie, ottenendo in un certo senso un “super-materiale” che vanta proprietà che nessuna delle due sostanze originali potrebbe avere da sola. Questo rende possibile difendere le superfici da umidità, ossidazione, sostanze aggressive come gli acidi, ambienti salini, ma anche dai normali graffi legati a contatti fisici. Mentre la superficie trattata resisterà a tali minacce, la struttura metallica sottostante manterrà la sua capacità meccanica e fisica, ad esempio per sostenere grandi masse.

Il ruolo chiave del supporto tecnico nel noleggio impianti audio

By

Non è pensabile organizzare una conferenza, o un qualsiasi evento aziendale di una certa dimensione, senza occuparsi anche di organizzare il lato tecnico pensando all’installazione di impianti audio e video per le presentazioni. Se un’azienda organizza spesso avvenimenti del genere, può convenirle acquistare tutto il necessario, ma nel caso ben più frequente in cui se ne debba occupare soltanto sporadicamente è decisamente più vantaggioso, sotto molti aspetti, considerare l’opportunità di noleggiare le attrezzature, soprattutto orientandosi su un noleggio impianti audio e video con supporto tecnico.

Un tecnico esperto, infatti, dispone di tutte le competenze necessarie ad assicurare il funzionamento ottimale degli impianti audio e video – competenze diverse e variegate. Soprattutto se consultato anche prima della scelta degli impianti, infatti, saprà ad esempio fornire validi pareri su quali sono le attrezzature su cui orientarsi, in base al tipo di evento in questione e alla sede scelta per tenerlo. Valuterà la sala scelta, evidenzierà eventuali problemi di riverbero del suono, verificherà problemi di disturbo sui microfoni, e calcolerà i punti ideali dove disporre gli amplificatori per minimizzare l’eco e massimizzare l’esperienza acustica.

Naturalmente, oltre a queste azioni preliminari, sarà all’atto dell’effettiva messa in opera che la presenza di un supporto tecnico associato al noleggio audio e video darà i risultati più importanti. Non ci sarà bisogno di improvvisarsi esperti per configurare i sistemi di amplificazione, brancolando su quali siano le giuste impostazioni per farli funzionare al meglio, e sprecando quantità immani di tempo ed energie: con competenza ed esperienza, il tecnico saprà effettuare sia i collegamenti che le configurazioni dei sistemi in modo da far scorrere tutto al meglio durante l’evento, con una ricaduta positiva d’immagine che non va mai sottovalutata.

Il lime: dieci effetti benefici in un piccolo frutto!

By

Poco utilizzato nella cucina italiana, ma ormai facile da recuperare anche nei grandi supermercati, il Lime è un piccolo agrume, dal diametro di circa 5 cm, di colore verde brillante, e di sapore amarognolo, che ha origine nelle zone tropicali. Storicamente, è famoso per avere salvato molti marinai in viaggio nei mari tropicali dallo scorbuto – grazie al suo elevatissimo contenuto di vitamina C; tuttavia, non è qui che si fermano i suoi effetti benefici! Eccone dieci:

Protezione dal cancro
Diverse ricerche scientifiche hanno evidenziato come le sostanze chimiche contenute nel lime, e in generale negli agrumi, hanno un effetto benefico nel combattere alcuni tipi di cancro, ad esempio quelli che attaccano la pelle, i polmoni, la bocca e lo stomaco.

Sostanze nutritive
Mangiando lime si assumono vitamine (la C e la B6, soprattutto) acido folico, flavonoidi e potassio: è un piccolo scrigno pieno di sostanze benefiche per il nostro organismo! Inoltre, il lime esalta il sapore di altri frutti come mele, pere e arance, rendendolo un alimento ideale per aiutarci a mangiare ancora più frutta.

Trattamento del Colera
Gli elevati livelli di acido contenuti nel succo del lime sembrano avere una fortissima azione antibatterica contro i germi responsabili del colera, tanto che diversi studi suggeriscono che includere tale alimento nell’alimentazione delle zone a rischio di colera possa rallentare o fermare gli effetti letali di tale malattia intestinale.

Repellente per zanzare
Le sostanze che conferiscono ai Lime il profumo che noi umani apprezziamo tanto lo rendono anche, per fortuna, molto sgradevole per le zanzare. Sia per profumo che per composizione chimica sicura, utilizzare l’estratto di lime per allontanare questi fastidiosi insetti è certamente preferibile ad utilizzare un prodotto di sintesi!

Riduzione del Colesterolo
Gli agrumi, e il lime in particolare, sono efficaci nell’abbassare il livello di colesterolo nel sangue di chi se ne nutre. Nello specifico, è stato rilevato che i livelli di Apo B secreto dalle cellule del fegato , normalmente elevati nei casi di colesterolo elevato, calano drasticamente con l’assunzione di lime ai pasti.

Cura della pelle
I Lime sono salutari per la nostra pelle in molti modi. Ad esempio, sia che ce ne nutriamo, sia che ne applichiamo il succo sulla pelle direttamente, fanno abbassare il rischio di infezioni e donano alla pelle un aspetto più saon e gradevole. Da non sottovalutare è un effetto deodorante, dovuto all’elevato contenuto di antiossidanti e vitamine del lime.

Costipazione
per via del loro elevato contenuto di acidi, i lime possono utilmente purificare l’apparato escretore – in maniera simile a come i detersivi a base di limone eliminano l’unto. Una digestione più sana accompagnata da regolarità intestinale conduce sicuramente ad una salute migliore.

Digestione
L’odore stesso del lime porta ad una maggiore salivazione, che è di grande aiuto nel processo digestivo. in seguito, l’acido citrico contenuto nel frutto aiuta gli acidi dello stomaco a “smontare” quanto abbiamo mangiato, rendendolo digeribile; e per finire, i flavonoidi contenuti in abbondanza nel lime stimolano l’intero apparato digestivo.

Vista
La vitamina C contenuta in abbondanza nei lime ha, come le ricerche hanno dimostrato, effetti positivi nella prevenzione della degenerazione maculare e dell’invecchiamento degli occhi. Inoltre, i flavonoidi contenuti in questo frutto hanno un’utile azione contro le infezioni oculari.

Perdita di peso
Bere ogni giorno due picchieri di acqua tiepida mescolata con succo di lime ha un effetto, dimostrato, di supporto al dimagrimento. L’abbondante quantità di acido citrico aiuterà infatti l’organismo a sciogliere i grassi. Inoltre, il spore gradevole aiuterà a non rendere pesante questa piccola terapia, portandoci a ripeterla quotidianamente con piacere.

Negozio smorto? Dategli nuova vita con un po’ di grafica!

By

Per chi lavora in un negozio di articoli regalo Roma offre le stesse sfide di Milano, Firenze,o qualunque altra grande città: e quelle sfide, di vario ordine, vedono sicuramente in testa come primaria e più pressante la concorrenza, ormai intensissima.

Ed è una concorrenza difficile, perché si può fare poco sul piano della merce – probabilmente, se non identica, almeno molto simile – e poco anche sul piano dei prezzi – sui quali probabilmente non rimane molto spazio per praticare margini ancora inferiori. Non resta dunque che rendere il nostro negozio più piacevole e accattivante; e questo è un compito che spetta al marketing, e che si può iniziare ad ottenere anche solo con qualche idea grafica accattivante.

1. Appendiamo qualche etichetta: Vi meraviglierà, ma a volte le piccole cose possono avere un grandissimo effetto. Provate ad appendere delle etichette colorate, magari proprio con colori o disegni differenti a seconda del genere di oggetto, ai prodotti in vendita: saranno percepite come una nota originale e simpatica, e inoltre saranno anche utili nel rendere veloce e pratica la scelta da parte del cliente. Credeteci: lo apprezzeranno più di quanto immaginate!

2. Coloriamo un po’ la vita: Di che umore siete quando comprate un regalo per una persona cara? Ci piace sperare allegri, spensierati. E quando si è di quell’umore, si preferisce vedere grigiore e piattezza, o vivacità e colore? Esatto. Allora, se per ovvie e ottime ragioni (anche solo di prezzo) avete scelto per il vostro negozio delle normali buste di carta marrone, perché non ravvivarle chiudendole, all’acquisto, con dei begli adesivi che riportino a colori il vostro logo e il vostro indirizzo? Oltre a rallegrare il sacchetto, saranno anche una buona pubblicità!

3. Cosa gradisce? Scelga dal menù: Sapete quale problema, spesso, impedisce ai clienti di entrare in un negozio per dare un’occhiata o chiedere informazioni sui prodotti e i prezzi? Il timore che, appena entrati, si finisca in una discussione interminabile con un commesso che cerca a tutti i costi di spingerli ad un acquisto anche se non trovano quel che vorrebbero. Per superare questo timore, esponete letteralmente il menù di quel che offrite – con i prezzi, naturalmente: chi entra saprà che non lo assillerete senza ragione, perché può trovare da solo le informazioni basilari, e magari sarà lui il primo a venire a chiedervi qualcosa, iniziando una conversazione ben più proficua.
Non si tratta, insomma, di spendere chissà quali budget, ma di avere qualche buona idea e di applicarla in maniera originale. Rimarrete stupiti!

Pressacavi: non sottovalutiamoli per le loro dimensioni

By

Chi lavora nel campo dell’elettricità ne vede e ne maneggia a centinaia per ogni progetto: i pressacavi sono un tipo di connettore che vede un utilizzo estremamente massiccio. Il loro scopo è semplice in sé: hanno il ruolo di unire il cavo elettrico e il macchinario che ne viene alimentato, riducendo lo stress nel punto di contatto e sigillando il foro. Trattandosi di un utilizzo tanto generico, trovano applicazione nelle industrie più diverse, e sono quindi disponibili in una quantità enorme di modelli e varianti, che possono differire sia per misure, che per forma, che per materiale costruttivo utilizzato nella loro realizzazione.

Se infatti analizziamo i diversi materiali utilizzati, troveremo pressacavi in ottone e in rame, in acciaio inox e in alluminio, e per quanto riguarda i materiali non metallici, in plastica, come Nylon e poliestere. Tanta varietà assicura che, qualunque sia il campo di applicazione, l’ambiente operativo, e quali che siano le necessità specifiche, esista sempre il modello di pressacavi perfetto per il caso preciso, così che qualsiasi impianto, in interno o in esterno, possa garantirsi la protezione rappresentata da questi connettori.

Sono tante, infatti, le piccole e grandi garanzie che un pressacavi assicura all’impianto in cui viene utilizzato. Rendono solida e stabile la connessione macchinario – cavo; fungono inoltre da sigillo nel punto di connessione, così da tenere fuori dal dispositivo la polvere e l’umidità che ne potrebbero andare a disturbare il funzionamento. Nel caso in cui sia necessario, infine, mettere a norma l’impianto e il macchinario anche per la sicurezza in caso di incendio o di esplosione, esistono pressacavi speciali costruiti per fare da barriera perfino nel caso di questi eventi, contenendo ad esempio un eventuale incendio all’interno del macchinario stesso.

Lavorazione metalli: lucidatura ed elettrolucidatura dei metalli

By

Una lavorazione metalli comprende molteplici tecniche e metodologie di lavorazione differenti a seconda del metallo in lavorazione. Una lavorazione metalli sicuramente importante è quello della lucidatura metalli.

Questo processo di lavorazione metalli, ovvero la lucidatura, è un’attività che seguita a perseguire la sverniciatura dei metalli ed allo stesso tempo è anche un’attività di preparazione alle lavorazioni metalliche vere e proprie, infatti prendendo ad esempio un oggetto appena lucidato, vi si può applicare una lavorazione metalli chiamate cromatura, doratura, argentatura ed anche satinatura.

La lucidatura metalli è una lavorazione metalli che richiede un processo particolare di lavorazione e che permette di levigare e trasformare la superficie opaca di un oggetto in una superficie in grado di riflettere la luce.
Esistono inoltre due tecniche per migliorare il grado di riflessione sopra ad un oggetto metallico, ovvero per mezzo di abrasivi a grana finissima o con sostanze cerose.

Il processo di lucidatura metalli può essere effettuato altresì manualmente tramite marchingegni particolari dotati di ruote (altrettanto caratteristiche) oppure con degli appositi impianti robotizzati detti lucidatrici, o ancora, tramite lavorazione metalli di elettrolucidatura.

Questa particolare lavorazione metalli denominata elettrolucidatura (chiamata anche lucidatura elettrochimica) è un trattamento che permette di lucidare selettivamente ed in maniera totale o parziale parte della superficie mediante il processo di dissoluzione anodica.

L’elettrolucidatura viene impiegata come lavorazione metalli quando le spazzole della lucidatrice, responsabile della fase di lucidatura metalli, non sono adeguate a lucidare le parti metalliche o la struttura metallica si rivela molto complessa.

In questo tipo di lavorazione metalli che è l’elettrolucidatura, l’oggetto metallico da lucidare viene immerso all’interno di un’apposita vasca ripiena di catodi e sottoposto a processo di corrente anodica.
Proprio il passaggio della corrente provoca sulla superficie dell’oggetto una corrosione selettiva e controllata con delle specifiche e apposite soluzioni chimiche che permetteranno alla superficie di essere più liscia e più riflettente, senza contare che in questo processo dell’elettrolucidatura, l’oggetto sarà avvolto da una sottile pellicola ionica che ne proteggerà la superficie evitando danneggiamenti o graffi.

Tipografie on line: vantaggi e comodità

By

Prima dell’invenzione e della diffusione della stampa, nei monasteri vi erano gli amanuensi che trascrivevano manualmente i testi.
L’uomo che tradizionalmente è considerato l’inventore della stampa a caratteri mobili è Johann Gensfleish, passato alla storia col nome di Gutenberg, dal paese di provenienza. La sua intuizione fu quella di fabbricare le matrici di ogni singola lettera dell’alfabeto per poter stampare un qualsiasi testo combinandole in tutti i modi. Intorno al 1450, Gutenberg stampò la Bibbia in 200 copie; l’opera è considerata il primo libro stampato uscito da un torchio a caratteri mobili.

Questo sistema è stato utilizzato finché non è poi sopraggiunta la tecnologia, che ha portato la stampa a livelli tecnici di qualità e di quantità/ora impensabili fino a pochi decenni fa.
Capendo la necessita di dare alla stampa una industrializzazione ed una commercializzazione adeguate a questi eccelsi livelli tecnici, sono state create la tipografie on line.

Il vecchio modello di tipografia, in genere superato, è da considerare decisamente obsoleto soprattutto per quanto riguarda la gamma dei prodotti tipografici standard; inoltre, tale modello è di scarso livello qualitativo, oneroso e difficile da gestire, risultando inadeguato alle richieste del mercato (infatti gli stessi tipografi, per il 25%, preferiscono stampare presso di noi).

Le tipografie on line (e Colorby ne è un esempio), invece, avendo abbattuto le distanze, permettono a tutti gli operatori del settore di stampare i propri files presso una tipografia on line, in tutta comodità.
Non sarebbe neanche necessario illustrare il perché una futuristica tipografia sia meglio di una tipografia di vecchia concezione e di vecchia impostazione strumentale e commerciale, ma forse è utile elencare, sinteticamente, i vantaggi delle tipografie on line di ultima generazione e dalle avanzatissime dotazioni:

– elevatissima qualità di stampa
– costi fra i più bassi d’Europa
– tempi di realizzo definiti e certi
– garanzia soddisfatti o rimborsati
– grandissimo risparmio di tempo perfino per gli stessi tipografi, che non devono più “sprecare” il loro preziosissimo tempo in una mera operazione meccanica quale la stampa, operazione che le tipografie on line espletano meglio e a costi di molto inferiori.

Le tipografie on line di ultima generazione sono solitamente dotate delle più avanzate e sofisticate attrezzature software del momento ed hanno una struttura aziendale modulare, potente, ergonomica, in grado di annullare le distanze e di interagire con i propri committenti di tutta Europa per mezzo di internet, dei corrieri, ecc.

Uno degli slogan più diffusi a livello delle tipografie on line è “La tipografia sulla tua scrivania”, che sintetizza efficacemente una vera e propria rivoluzione di settore: non c’è più bisogno di andare fisicamente in tipografia.

Oggi, con le tipografie on line, si fa tutto stando seduti comodamente alla propria scrivania davanti al proprio computer: si invia il file da stampare e al resto ci pensano le tipografie on line.
Il committente, se vuole, potrà informarsi passo-passo, ma non deve fare altro che attendere che il corriere gli consegni gli stampati richiesti.
Di fronte a tali questioni, come si può non ritenere le tipografie on line il mezzo di stampa ottimale del futuro, nonché più conveniente?

Pulizia professionale per la camera dell’albergo

By

La pulizia approfondita delle stanze è un servizio offerto da alberghi e strutture turistiche similari che offre al cliente un ambiente salubre e pulito nel quale egli può trascorrere del tempo. Periodicamente il personale si impegna a pulire a fondo le diverse stanze della struttura, infatti la polvere e lo sporco si accumulano continuamente nonostante le diverse pulizie settimanali.

La pulizia completa però non è un lavoro che può essere fatto giornalmente in quanto comprende operazioni manuali quali pulizia dei soffitti, dei mobili, delle pareti, dei lampadari, lavaggio tappeti e tende, rovesciamento materassi, sostituzione copriletto e copridivano, lavaggio e sostituzione asciugamani ecc; operazioni che necessitano di numeroso tempo, quindi la pulizia delle camere di alberghi completa viene effettuata secondo uno specifico programma gestionale diretto dall’albergo o dall’impresa turistica.

Tale programma gestionale è peculiare di ogni albergo, ciascuno infatti possiede caratteristiche diverse in funzione della frequenza, la periodicità, la tipologia di albergo, la metratura delle stanze e il livello qualitativo dell’azienda dettato dal numero di stelle.

Operativamente l’albergo chiede al personale atto a pulire le camere di preoccuparsi di pulire ogni giorno le camere dei piani con opere di routine e pulizia quotidiana, oppure chiedere di aggiungere ogni giorno alla pulizia di routine una operazione manuale aggiuntiva per ogni camera.

Durante i periodi di alta stagione il personale non può riuscire ad effettuare una pulizia di routine ed una pulizia a fondo e accurata in quanto l’affluenza allo stabilimento è molto elevata, pertanto, è richiesto più tempo. Quindi la pulizia profonda viene per lo più effettuata nei periodi di bassa stagione occupazionale, cosi facendo è possibile lavorare con calma in ogni camera, senza danneggiare i clienti presenti, inoltre è più facilmente possibile la rotazione delle camere.

La pulizia di camera d’albergo quindi è una operazione manuale che occorre però saper gestire tramite schemi organizzativi sulla base di periodi e necessità.